Leave a reply

NOVI VELIA Referendum Costituzionale: Domani l’incontro di Fratelli D’Italia per le ragioni del NO

15232093_10209968900291653_8635158121119339588_n

Domani, martedì 29 novembre, alle 18.00, presso l’hotel Giardino San Michele di Novi Velia gli esponenti di Fratelli d’Italia, parteciperanno  all’incontro ‘Il No del Cilento’, organizzato dal comitato No Grazie. Al dibattito, in programma, interverranno, tra gli altri, Michele Cuozzo, coordinatore provinciale di FdI-An, Antonio Iannone, coordinatore regionale di FdI-An, Marcello Feola, docente di Istituzioni di Diritto Pubblico all’Università degli Studi di Salerno, il consigliere regionale Alberico Gambino, capogruppo di FdI-An. Prima di entrare nel vivo del dibattito interverranno per i saluti Ugo Romaniello, portavoce Fdi Novi Velia, Giuseppe Coccorullo, componente coordinamento provinciale Fdi, Giovanni Marsicano, consigliere comunale di Pisciotta, Mario Fariello, assessore del Comune di Vallo della Lucania e Costabile Spinelli, sindaco di Castellabate concluderà l’onorevole Edmondo Cirielli della direzione nazionale di FDI


Leave a reply

E’ morto Fidel Castro, Cuba saluta il lider maximo che sfidò gli Usa. Dissidenti festeggiano. L’ex presidente cubano aveva 90 anni

epa05647930 (FILE) A file picture dated 29 January 2004 shows Cuban President Fidel Castro during his closing speech at the summit in opposition of the proposed Free Trade Area of the Americas (FTAA) in Havana, Cuba. According to a Cuban state TV broadcast, Cuban former President Fidel Castro has died at the age of 90 on 25 November 2016. EPA/ALEJANDRO ERNESTO

L’ANNUNCIO – “Caro popolo di Cuba: é con profondo dolore che compaio per informare il nostro popolo, gli amici della Nostra America e del mondo, che oggi 25 novembre del 2016, alle 10.29, ore della notte, é deceduto il comandante in capo della Rivoluzione Cubana Fidel Castro Ruz”. Così, trattenendo a stento la commozione mentre legge un breve testo alla tv statale cubana, Raul Castro ha annunciato la morte del fratello. “Nel compiere l’espressa volontá del compaño Fidel i suoi resti saranno cremati sabato 26”, continua il presidente cubano. “La commissione che organizzerà i funerali darà al nostro popolo un’informazione dettagliata sull’organizzazione dell’omaggio postumo che verrà tributato al fondatore della ‘Revolucion Cubana’. Hasta la victoria siempre“, conclude il messaggio Raul Castro.

“Oggi, 25 novembre, alle 10:29 della notte è morto il Comandante in Capo della Rivoluzione Cubana Fidel Castro Ruz”, scrive il sito web ufficiale Cubadebate. Il corpo, ha detto Raul, sarà cremato nelle prossime ore.

Sorpresa e silenzio nella notte all’Avana dopo la notizia della morte di Fidel Castro resa nota alla tv statale dal fratello, il presidente Raul Castro, poco dopo la mezzanotte ora locale.

LA VITA – Fidel Castro, eroe per la sinistra nel mondo e dittatore sanguinario per i nemici, e’ stato protagonista di una piccola isola caraibica per quasi sessant’anni, sulla scia della sua tenace battaglia contro la maggior potenza del mondo, gli Stati Uniti. Per i cubani, Castro è stato il ‘Comandante’, oppure semplicemente Fidel, sul quale sono state costruite tante ‘storie’: “non dorme mai”, “non scorda nulla”, “è capace di penetrarti con lo sguardo e sapere chi sei”, “non commette sbagli”. Castro ha d’altro lato esibito una devozione per le cifre e dati, nascondendo caratteristiche come il pudore e lo scarso interesse, raro per un cubano, per la musica e il ballo. Ha sempre avuto una salute di ferro fino all’improvvisa e grave emorragia all’intestino avuta al rientro di un viaggio dall’Argentina poco prima di compiere 80 anni. Malato, dopo aver delegato il potere al fratello Raul – prima in modo provvisorio il 31 luglio 2006, poi definitivamente nel febbraio 2008 – ha così cominciato il conto alla rovescia verso la fine di una vita leggendaria. L’era di Fidel si scioglie lentamente, in mezzo a una nuova Cuba ogni volta più ‘raulista’, tra una serie di riforme economiche e la mano ferma del potere sul fronte politico: di sicuro una transizione, la cui portata è però difficile da capire. Fidel assiste da lontano al ‘deshielo’, ogni tanto scrive qualcosa ribadendo concetti quali la ‘sovranità nazionale’ e il ‘no all’impero’. Ma in sostanza a dettare il ritmo dei cambiamenti ormai è Raul. ‘Ucciso’ più volte dalle reti sociali, e con lunghi periodi di assenza dal pubblico, i limiti al suo mandato Fidel li aveva fissati nel 2003, dirigendosi ai cubani: “Rimarrò con voi, se lo volete, finchè avrò la consapevolezza di potere essere utile, se prima non lo decide la stessa natura. Nè un un minuto prima nè un secondo dopo.


Leave a reply

Trump presidente, la Clinton nettamente sconfitta

483208412-real-estate-tycoon-donald-trump-flashes-the-thumbs-up-jpg-crop-promo-xlarge2

“Ho voluto complimentarmi con Donald Trump per la grande vittoria ottenuta ed esprimere disponibilità a rafforzare i rapporti che storicamente legano Genova e la Liguria agli Stati Uniti, dove è molto attiva e radicata la comunità ligure”. Lo annuncia Edoardo Rixi, segretario regionale della Lega Nord della Liguria e assessore regionale allo sviluppo economico, che questa mattina ha scritto al nuovo presidente degli Stati Uniti congratulandosi per la vittoria ottenuta ed esprimendo “piena disponibilità ad intraprendere collaborazione e iniziative volte a rafforzare i nostri rapporti politici, sociali ed economici”.
Il presidente Giovanni Toti aveva twittato già stamattina: “Ci credevamo in pochi! Gli Americani hanno scelto #Trump. E il #4dicembre tocca a noi…! il #ventostacambiando!!!”. Ovviamente il centrodestra riporta la vittoria del tycoon come un assist per quanto accadrà al referendum costituzionale, ma anche dopo.
Per Rixi, “a livello politico, la vittoria di Trump rappresenta la deflagrazione del sistema delle lobby che il popolo americano ha scelto, attraverso la massima espressione democratica del voto, di lasciarsi alle spalle per poter ripartire. Il popolo americano ha dimostrato coraggio e determinazione di voltare pagina e tornare a essere padrone delle proprie scelte”. Rixi riporta il tema in chiave nazionale: “ora tocca agli italiani dimostrare coraggio e voglia di ripartire, di essere liberi delle proprie scelte- dice- il referendum

 

del 4 dicembre, dopo anni di governi abusivi, sarà il giorno della liberazione da Renzi e per tornare a essere padroni del nostro futuro”.


Leave a reply

Torna il premio ‘Nassiriya per la Pace’

nassyria-2016

DOMANI LA PRESENTAZIONE, L’11 NOVEMBRE LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

 

Si terra domani, martedì 8 novembre, alle ore 10.15, presso la sala “Mons. Di Liegro” di Palazzo Valentini a Roma, la presentazione alla stampa della terza edizione del “Premio Internazionale Nassiriya per la Pace” che si svolgerà presso il Santuario dell’Annunziata di Licusati, nel Cilento, il prossimo 11 novembre. Il premio, organizzato dall’associazione culturale Elaia e patrocinato dal Ministero dalla Difesa, dalla Provincia di Salerno, dal Parco Nazionale del Cilento e dal Comune di Camerota, ha cadenza annuale e viene conferito a persone che si sono distinte nel campo sociale ed in particolare per la loro attività di promozione della pace.

Alla conferenza stampa interverranno il giornalista Vincenzo Rubano (presidente del Premio), il Consigliere della Città metropolitana di Roma Capitale Paolo Ferrara, il generale di Corpo d’Armata Agostino Biancafarina (Comandante Militare della Capitale) e il sottosegretario alla Difesa on. Gioacchino Alfano. Per l’occasione sarà consegnato anticipatamente il premio Nassiriya per la Pace 2016 alla conduttrice televisiva Rita Dalla Chiesa e all’atleta paraolimpica dell’Esercito Monica Contrafatto. I nomi degli altri premiati, che riceveranno l’ambito riconoscimento l’11 novembre a Licusati, saranno resi noti nel corso della conferenza stampa alla quale parteciperà anche una nutrita delegazione di studenti provenienti dall’Istituto Comprensivo di Camerota.

Negli anni scorsi il Premio è stato assegnato tra gli altri al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, al Presidente della Commissione Difesa on. Francesco Saverio Garofani, alla memoria del tenente Marco Pittoni, ucciso durante un tentativo di rapina a Pagani nel 2008, e alla memoria del caporal Maggiore Massimiliano Randino, ucciso in un attentato a Kabul nel 2009.


Leave a reply

CAMEROTA Vasto incendio a Marina di Camerota, impegnati per domare le fiamme 2 elicotteri della protezione civile

incendio2   incendio-26092016

 

Ancora incendi a Marina di Camerota nel cuore del Parco nazionale del Cilento. La località predestinata questa volta è la “Stretta” di Monte di Luna, una zona che è alle spalle della torre Zancale, dove attorno alle 12 ha iniziato a incendiarsi un misto arboreo cespugliato e una vasta zona di macchia mediterranea, interessate anche delle abitazioni e un complesso turistico  che non è stato avvolto dalle fiamme grazie al tempestivo intervento della Guardia Forestale e dei Vigili del fuoco nonché di due elicotteri della protezione civile. Fortunatamente gli elicotteri hanno potuto usufruire dell’acqua del vicino mare nella zona antistante alla spiaggia di “Lentiscelle” per rifornirsi e riempire le cisterne usate per domare le fiamme.

Probabilmente il rogo  è di origine dolosa, ma questo toccherà stabilirlo ai vigili del fuoco e alla forestale che sono stati impegnati nelle operazioni di spegnimento.

 

Vincenzo Di Santo


Leave a reply

CAMEROTA, Chiusi i lavori della 5^ festa democratica: l’ultima serata è stata dedicata all’emergenza Sanitaria

 

don-gianni don-ginni2 foto-lato-sx foto-panoramica2 frontale2 on-amabile panoramica3

 

 

Ieri, 25 settembre è conclusa la seconda e ultima serata della 5^ festa democratica di Camerota dedicata all’emergenza sanitaria. Il dibattito ha visto come protagonisti gli onorevoli Simone Valiante, Tino Iannuzzi e Tommaso Amabile, tra gli addetti ai lavori ha introdotto la discussione Gerardo Pellegrino dell Cilento Emergenza di Camerota, seguito dal primario del pronto soccorso di Vallo della Lucania Dr. Apolito l’incontro è stato moderato  dal giornalista Vincenzo Rubano.

Tema principale, per ovvi motivi, è stato il taglio drastico di risorse che la regione Campania ha imposto alle strutture ospedaliere del Cilento; il tentativo di smantellamento del distretto sanitario di Marina di Camerota, il tentativo di chiusura del reparto di Gastroentologia dell’ospedale di Sapri e molti altri tagli già programmati dalla regione. Nella circostanza è iniziata durante la manifestazione una petizione popolare per una sanità pubblica, nella circostanza il dr. Apolito – primario del pronto soccorso di Vallo della Lucania – ha precisato che le strutture private si devono occupare anche delle emergenze sanitarie. Continuando è emerso che presso il piano di zona sono depositati circa un milione di euro – non spesi – per mancata programmazione dei disabili al 100%. In conclusione è intervenuto il parroco di Marina di Camerota Don Gianni Citro dichiarando il fattore umanitario delle questione sanitaria.

Vincenzo Di Santo


Leave a reply

CAMEROTA, 5^ festa democratica, Stanziola: Entro fine anno la cilentana sarà completata

festa-democratica-24-settem

 

 

 

Si è conclusa la prima serata della 5^ festa democratica di Camerota dedicata alle infrastrutture, mobilità e risorse idriche. A portare la novità che interessava tutti, ci ha pensato il sindaco di Centola Carmelo Stanziola nonché consigliere provinciale con deleghe al turismo e ai trasporti; dichiarando in una sala affollata di iscritti, simpatizzanti e gente comune che, la strada denominata “Cilentana” sarà completata entro il 31 dicembre 2016, “un sospiro di sollievo e una boccata di ossigeno per il Cilento”.

Il consigliere comunale di opposizione del PD Enzo Del Gaudio ha attaccato l’attuale amministrazione per la questione idrica, a tal proposito è intervenuto Gennaro Maione sindaco di Ceraso e attuale presidente della Consac s.p.a., Maione ha riferito che la consac gestisce le risorse idriche ma la costruzione e la messa in opera delle condotte è a carico delle amministrazioni locali, ha precisato che su Camerota esiste un progetto redatto dalla consac – dopo le sollecitazioni del capogruppo al consiglio comunale del PD Pierpaolo Guzzo che, potrebbe essere oggetto di un prossimo finanziamento Regionale.

Pierpaolo Guzzo nel suo intervento ha rilevato lo stato disastro economico in cui versa il comune di Camerota, ricordando che sono stati spesi risorse non a favore del pagamento delle mensilità arretrate degli operai della Yele, che ieri ancora una volta hanno incrociato le braccia non raccogliendo la nettezza urbana, nonostante un mutuo trentennale per risolvere l’annosa questione, cosa che hanno fatto invece altri comuni del Cilento.

Infine a conclusione è intervenuta Sabrina Capozzolo deputata al parlamento, che ha parlato delle questioni Nazionali.

 

Vincenzo Di Santo


Leave a reply

CAMEROTA: il 24 e 25 settembre parte la 5^ edizione della Festa Democratica

festa-democratica

Proporre e promuovere attraverso lo scambio con i cittadini quelle azioni politiche capaci di disegnare il nuovo Cilento. E’ questo lo spirito con cui nasce la “Festa democratica dell’amicizia”, un ciclo di incontri promosso da AmiciDem, area popolare e della sinistra riformatrice del Partito democratico.

La quinta edizione della “Festa democratica dell’amicizia” si articolerà in una serie di dibattiti che si svolgeranno in due serate presso il lido “Lentiscelle” di Marina di Camerota che vedranno la partecipazione di parlamentari, amministratori locali, giornalisti, imprenditori. “Quest’anno è stato deciso di concentrare su quei temi che sono davvero fondamentali per il rilancio del cilento e della Nazione. Si pensa soprattutto alla necessità di un piano economico per il rilancio del Sud. Investimenti in infrastrutture e risorse idriche, misure di sostegno all’imprenditoria che dovranno contribuire a liberare le energie produttive delle regioni del Mezzogiorno. Ci sarà spazio anche per una serie di incontri sul tema della sanità Campana”

Tra gli ospiti i parlamentari: Simone Valiante, Tino Iannuzzi e Sabrina Capozzolo, i sindaci di Casal Velino,  Centola e Sapri, il presidente della consac s.p.a. Gennaro Maione, il deputato regionale Tommaso Amabile.

 


Leave a reply

TAPPA A MARINA DI CAMEROTA PER LA CAMPAGNA #IODICONO del M5s con Alessandro Di Battista

 

1 2 3 coperttina-io-dico-no

 

Approda anche a Marina di Camerota  la campagna del MoVimento 5 Stelle per dire “NO” al referendum costituzionale #IODICONO che si sta svolgendo nelle località turistiche di tutta Italia.

Ieri venerdì 2 settembre alle ore 19 in Piazza San domenico, Alessandro Di Battista ha fatto un comizio spiegando le ragioni del “NO”.

Il MoVimento 5 Stelle dice “NO” perché la Costituzione non deve essere stravolta da una maggioranza di deputati e senatori che siedono abusivamente in Parlamento. Hanno avuto l’arroganza di mettere mano alla Carta fondamentale del Paese, generando un caos: il Senato resta dov’è, immunità elargita a consiglieri regionali e sindaci, procedimenti legislativi che si moltiplicano. La Costituzione si può modificare ma non così e non ad opera di queste persone. Per questo, quest’estate, abbiamo deciso di girare le località turistiche del Paese: per incontrare la gente e farla riflettere su quale sarà il futuro dell’Italia. Lo faremo, tutti insieme, anche a Camerota.

Troviamo assurdo che si voglia creare un Senato di sindaci e consiglieri regionali part-time. I due ruoli, di sindaco e di consigliere regionale, richiedono già di per sé un impegno che non è conciliabile con ulteriori attività, men che meno legislativa statale. Ci troveremo con senatori non eletti direttamente, ma per fare altro solo da una minima parte della totalità dei cittadini che poi rappresenteranno in Senato.

I cittadini saranno sempre più lontani dalle scelte politiche nazionali. Per non parlare dell’oscenità di estendere anche a loro l’immunità parlamentare! Una riforma costituzionale va fatta, ma non in questo modo e non da questo parlamento illegittimo!

 


Leave a reply

Corso di vela – teoria e pratica.